Caricamento...

La demodicosi è una malattia parassitaria comune nei giovani cani e causata da un parassita, Demodex canis, normalmente presente sulla pelle dei cani (un cane su due è portatore sano), dei gatti e di molti altri mammiferi come il criceto. L'anormale proliferazione del Demodex, localizzato nei follicoli piliferi (alla base del pelo) e nelle ghiandole sebacee, provoca lesioni infiammatorie, perdita di pelo e talvolta sovrainfezioni batteriche che si generalizzano con conseguenze gravi e talvolta fatali (sepsi).

La demodicosi è frequente nel cucciolo di cane e nel criceto adulto, più rara nel gatto (Demodex catiDemodex gatoi).

Compaiono piccole macchie arrotondate, soprattutto intorno agli occhi, che non devono essere confuse con lesioni da tigna, e perdita di pelo. Spesso è un fallimento del sistema immunitario che consente a questo parassita di proliferare e alla malattia di svilupparsi. La malattia non è contagiosa né per l'uomo (non si tratta di zoonosi) né per altri cani.

Come curare la demodicosi ?

Il veterinario confermerà l'esistenza della malattia tramite un esame al microscopio dopo una raschiatura della pelle (con una piccola lama) o una biopsia.

Poi a seconda dello stadio della malattia, prescriverà delle pipette (spot on) contenenti moxidectina o un trattamento con milbemicina ossima, oppure l'applicazione di una lozione a base di amitraz, da maneggiare con precauzione, vista la sua tossicità per l'uomo.

La sovrainfezione batterica si cura con un trattamento antibiotico mirato, bagni delle estremità e shampoo regolari contenenti disinfettanti.

Il trattamento deve essere continuato per circa 4 mesi, sebbene il miglioramento si ottenga solitamente entro tre settimane. Il cane verrà dichiarato guarito dopo almeno due raschiature cutanee negative consecutive.

Cosa fare a casa ?

Il cane non si libererà mai completamente dei Demodex, le ricadute sono sempre possibili. È quindi necessario aver cura di supportare adeguatamente il sistema immunitario del tuo animale, in particolare proteggendolo con vaccini contro le infezioni, in particolare virali, e fornendogli la migliore protezione possibile contro i parassiti (ectoparassiti e vermi).

18 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

18 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente